Belly-Boat con i serbatoi degli aerei


 

Belly Boat – Nel Pacifico, nel bel mezzo della Seconda Guerra Mondiale per l’importanza geopolitica nei riguardi del Giappone fu molto importante la presenza dell’esercito americano. Nelle isole apparvero molto comunemente questi scafi soprannominati “belly-boat”, che non sono altro che i serbatoi di carburante che sono quelli appesi sotto le ali degli aerei per dare loro l’autonomia di volo.

Questi serbatoi hanno una carena a forma di siluro con ingresso fine sull’acqua e un minimo contatto con essa con ottime prestazioni in navigazione. Tuttavia per la loro stabilità le  sezioni circolari non valgono molto, quindi si aggiungevano un paio da altri piccoli serbatoi per renderlo un piccolo trimarano. Questo perchè, dato che si era nel Pacifico, i soldati non hanno mancato di avvistare tra le isole le canoe con out-rigger delle popolazioni locali.

Queste incredibili immagini sono state prese dagli archivi della United States Air Force. Questi serbatoi supplementari si aggrappavano sotto le ali del caccia P-51 “Mustang” che scortavano i famosi bombardieri B-29. Tutto il materiale era reperito per essere efficiente dai meccanici degli aerei statunitensi.

Belly Boat in navigazione

Belly Boat

Gian Filippo Pellicciotta