Il messaggio in bottiglia più vecchio ritrovato


Message in a bottle

Il messaggio in bottiglia più vecchio ritrovato

Un pescatore e il suo equipaggio hanno trovato il messaggio più antico del mondo in una bottiglia di 101 anni. Konrad Fischer e il suo equipaggio hanno pescato il messaggio più antico del mondo in una bottiglia di 101 anni finita nelle loro reti a due miglia dal faro di Kiel in Germania. All’interno una cartolina di quasi 101 anni, con la data 17 maggio 1913 era stata lasciata nella bottiglia.

Il Daily Mail riporta che la nota è stata scritta da un tedesco di nome Richard Platz, un anno prima della Prima Guerra Mondiale, quando morì. “L’avevo in mano e la stavo buttando via come spazzatura, ma poi un collega mi ha detto che c’era qualcosa dentro,” racconta lo skipper Konrad Fischer al microfono del Kieler Nachrichten. “Quando ho visto la data mi sono davvero emozionato”. Una cartolina danese modesta con due francobolli tedeschi su di essa e un messaggio gentile che chiede a chi la trova di inviarla al suo indirizzo a Berlino; sembra che Platz avrebbe cercato di risparmiare sulle spese di spedizione internazionali….Una pratica quella di lasciare al mare bottiglie con messaggi che ha una lunghissima storia. 

Attorno al 310 a.C., il filosofo greco Teofrasto gettava in mare bottiglie sigillate per dimostrare che il Mediterraneo era formato dall’afflusso delle acque dell’Atlantico. Nel XVI secolo, Elisabetta I d’Inghilterra, nella convinzione che alcune bottiglie gettate in mare potessero contenere messaggi segreti da parte di spie, nominò uno “Stappatore di bottiglie oceaniche” ufficiale, e ordinò che chiunque altro tentasse di aprirne una venisse punito con l’impiccagione.

Gian Filippo Pellicciotta