Il quadrimarano di Yvan Bourgnon


La nuova avventura di Yvan Bourgnon intorno al mondo avrà come compagna una nuova barca. Il progetto è nato dalle osservazioni di Yvan durante il suo ultimo giro del mondo in solitario con il suo catamarano non abitabile. Il navigatore è rimasto impressionato dalla mole di plastica che galleggia negli oceani di tutto il mondo. Presto fatto, ha deciso di intraprendere una spedizione per aiutare a ripulire i mari dai rifiuti galleggianti. Per farlo ha fondato una nuova associazione e a metà ottobre è partita la sua campagna di crowfounding per dare avvio ai lavori di questo innovativo progetto.

Detriti-di-plastica-in-oceano

La barca che è stata progettata è un multiscafo a quattro scafi in grado di filtrare l’acqua con un sistema inspirato da come le balene filtrano l’acqua per cibarsi. Due alberi e un acquilone kite come propulsione a vela. La plastica raccolta sarà stivata negli scafi che hanno una capienza di 300 metri cubi. Le misure della imbarcazione sono notevoli: 71,5 metri di larghezza per 60 metri di lunghezza fuori tutto. E’ possibile contribuire alla raccolta fondi sul sito: https://www.kisskissbankbank.com/the-sea-cleaners
Un video del rendering

Gian Filippo Pellicciotta