La barca volante


L’ Advanced Aerodynamic Vessels di Nantes, Francia, si propone di migliorare la velocità delle navi passeggeri sfruttando il flusso del vento apparente. Questo catamarano impiega scafi con gradini simili ad un idrovolante, il bridgedeck centrale è accuratamente modellato in un’ala che crea portanza aerodinamica e riduce lo spostamento laterale in caso di mare formato. Il tutto è derivato dalla tecnologia aerea corrente. Attualmente sappiamo che anche Oracle Racing sta collaborando con Airbus, per lo sviluppo della sua ala rigida per la prossima America’s Cup (http://bit.ly/2l0Aw5G)

Barca volante Advanced Aerodynamic Vessels in cantiere

La velocità operativa delle piccole imbarcazioni di oggi è fortemente limitata dalla crescita esponenziale del loro consumo di carburante con l’incremento di velocità. Motori di grandi dimensioni consentono miglioramenti di velocità a costo molto più elevato in relazione al consumo di carburante. Negli ultimi due anni, il team di A2V e dei suoi architetti navali e specialisti di CFD hanno sviluppato una forma rivoluzionaria in grado di trasferire in modo sicuro navi pesanti dall’acqua all’aria. La forma a disco volante della nave è certamente sbalorditiva!

Qui sotto dei video della prova in mare.

Il sito del progetto: http://www.aavessels.com/

Gian Filippo Pellicciotta