La tradizione marinara di Malaga: La Jábega

www.culturamarinara.com-la-jabega-21

La Jábega è una bella barca tradizionale di Malaga per la pesca lungo la costa. Più precisamente una pesca da riva, che consisteva nel posizionare l’imbarcazione al largo per poi calare una rete a forma di U che veniva trattenuta da riva da alcuni pescatori (gli  jabegotes) per essere poi recuperata a mano; questi erano dotati di un cinturone che mettevano intorno al corpo sulle spalla con cui trascinavano la rete a spinta trainandola: una specie di pesca a strascico da riva.

La Jábega è l’imbarcazione malagueña per antonomasia. Quella tradizionale è lunga 8 metri e larga 2,20 con un peso che oscilla dagli 850 ai 1150 chili. Oggigiorno sono più piccole circa sui 6 metri e con 6 remi, mentre prima ne avevano fino a 9 o 11. La paricolarità di questa bella imbarcazione è la prua con il suo piccolo bompresso e le sue decorazioni pittoriche che solitamente sono degli occhi: con queste figure si dotavano le barche di una “vista” che le aiutasse nei marosi a trovare la propria rotta.

E’ noto come questo tipo di pesca sia diffusa anche nei nostri mari con nomi che ricordano quello tradizionale come ad esempio lungo l’Adriatico troviamo i termini Sciabega e Sciabegotti. Questo tipo di pesca è ormai in disuso poichè è faticosa e poco redditizia, ma viene conservata a scopi tradizionali con particolari licenze. In tutta Italia si conosce questa cultura ma in Andalusia a Malaga si trovano ancora numerossime lungo la spiaggia di El Palo, dove si continua una tradizione marinara di genti, sapori e avventure.

Gian Filippo Pellicciotta

Commenti chiusi