Russell Coutts interviene sul protocollo della prossima America’s Cup contro Paul Lewis

Russell Coutts interviene sul protocollo della prossima America’s Cup

Continuano i dissapori e gli attacchi tra il New Zealand Herald e i Defender. Questo l’ intervento integrale di Russell Coutts inviato al New Zealand Herald: “Dal momento che il protocollo per la 35 esima Coppa America è stato rilasciato, ho visto come i media in Nuova Zelanda, e il New Zealand Herald in particolare, hanno continuato a pubblicare interpretazioni inesatte su come la prossima Coppa America sarà organizzata.

Anche se nessuno è obbligato a sostenere la Coppa America mi sembra per lo meno che i giornalisti, hanno l’obbligo verso i propri lettori di presentarsi in maniera onesta. L’ultima storia di Paul Lewis è particolarmente riprovevole.

Paul Lewis: “Negli ultimi sette anni Coutts sembra aver cambiato idea molto velocemente. Nel loro protocollo solo Oracle può avere due barche a disposizione”.

R.C: Nella negoziati per il protocollo attuale, ORACLE TEAM USA ha proposto che tutti dovrebbero avere la possibilità di costruire due serie di scafi alle stesse condizioni che si applicano ad ORACLE: ovvero nessun componente o ali supplementari, regatare con il primo set di scafi, seconda serie di scafi costruiti da stessi stampi). ORACLE TEAM USA vorrebbe continuare in questa direzione, suggerendo agli sfidanti di riconsiderare la loro posizione. Si noti che ORACLE TEAM USA non può modificare unilateralmente il protocollo: può essere modificato solo dalla Maggioranza in votazione. Articolo 20.1: ‘Questo protocollo può essere modificato solo con il consenso del GGYC del Challenger of Record e la maggioranza del Forum Concorrente.’

Paul Lewis: “Oracle può correre nella serie dei challenger e conteggiare i punti poi per la finale (cioè teoricamente i detentori possono influenzare gli sfidanti che accederanno alle finali) ‘.

R.C: C’è una differenza fondamentale di ciò che è stato oggetto di discussione nel 2007 nel protocollo attuale per tutti i concorrenti, poichè anche il Defender e tutti quanti sono incentivati ​​a vincere le regate e a non perdere i punti in avvicinamento alle finali, mentre nel 2007 non ci sarebbero state conseguenze per il Defender. Infatti nell’ Articolo 29.1 (b): ‘se il vincitore delle qualificazioni è un concorrente, questi inizierà la finale con il punteggio di un 1 punto.’

Paul Lewis: “Oracle ha di gran lunga maggiore influenza sulla selezione dei membri del collegio arbitrale e il direttore di regata’.

R.C: Ancora una volta, questo non è vero. Il Direttore di Regata è nominato a maggioranza semplice tra tutti i concorrenti. Infatti nell’ articolo 6.1: Nomina del Direttore Regata: “Ci sarà un Direttore di Regata indipendente il cui ruolo è descritto all’articolo 7, nominato con un voto a maggioranza semplice del Forum dei Concorrenti. Il Forum dei concorrenti può rimuovere e sostituire il Direttore di Regata, a condizione che il settantacinque per cento. (75%) o più degli aventi diritto al voto approvi tale rimozione e una sola Maggioranza approvi la sostituzione proposta ‘.

Di Lewis non è vero neanche il riferimento al Collegio Arbitrale, che deve essere costituito come segue: Articolo 11.3: ‘Costituzione e presidente: il collegio arbitrale sarà formato da tre persone designate come segue: (a) il presidente del collegio arbitrale è designato congiuntamente dal GGYC e il Challenger of Record dalla lista di Corte di Arbitrato per lo Sport (CAS). Gli Arbitri, stabiliti dal Consiglio internazionale di arbitrato per lo sport (ICAS); (b) il Forum concorrente dovrà nominare il secondo membro del Collegio Arbitrale; e (c) i due arbitri nominati ai sensi degli articoli 11.3 (a) e 11.3 (b) di cui sopra insieme al supplementare sono il terzo arbitro. ‘ Nel protocollo proposto nel 2007 il Collegio Arbitrale era esclusivamente nominato dal Defender e dal Challenger of Record. Prima infatti non vi era alcun obbligo per qualsiasi degli arbitri di dover essere membri della Corte di Arbitrato per lo Sport come specificato nell’articolo 22.2 della Nomina degli arbitri del 2007 che specificava che: “al momento della firma del protocollo, le parti si concordano in un documento separato sui nomi dei membri del collegio arbitrale ‘.

Inoltre per la prossima edizione si assicura l’imparzialità degli Ufficiali di Regata diffondendo i finanziamenti per tali funzionari equamente tra le squadre, in conformità con un bilancio (il Fondo Dipendenti Regata) concordato da tutti i team, un voto per ogni squadra. Infatti, il primo milione di dollari della tassa di iscrizione dovuta da ogni squadra è destinato a questo scopo. Come specifica l’articolo 6.6. Mi sarei aspettato una puntualità e precisione nelle notizie, data l’autorita del New Zealand Herald, dovrebbero mettere più impegno nel garantire l’accuratezza dei propri articoli. Spero vorranno stampare le dovute correzioni e davvero non vedo l’ora di una copertura più equilibrata e precisa della Coppa America in futuro”.

Russell Coutts

Gian Filippo Pellicciotta

Commenti chiusi