46 anni fa Sir Robin Knox-Johnston concludeva il giro del mondo


 

46 anni fa, Sir Robin Knox-Johnston concludeva vittoriosamente il Golden Globe, la prima edizione di quello che oggi è il Vendee Globe, completando la sua prima personale circumnavigazione del globo senza scalo in solitario. Sir Robin ha tagliato il traguardo al largo di Falmouth, nel Regno Unito il 22 aprile 1969 all’età di 30, dopo 312 giorni in mare.

“Continuo a pensare a quel giorno, spesso,” riflette Sir Robin, oggi a 76 anni. ” Mi ricordo la quantità di barche che mi venne ad accogliere sul traguardo e poi la folla sulla riva, fu per me , molto ma molto speciale. La gente all’epoca credeva che una circumnavigazione in solitario non-stop non poteva essere compiuta da un solo uomo in barca, questo mi ha solo spronato moltissimo. La sfida era irresistibile per me.

“Essere in grado di dire che sono stato il primo a fare qualcosa su un pianeta di sette miliardi di persone è bello. Ha cambiato la mia vita. Ero un giovane ragazzo ambizioso e sono tornato una persona completamente diversa. Dopo aver ripreso il mare in regata in solitario alla Route du Rhum nel novembre 2014, dopo molto tempo, mi ha riportato a quel primo viaggio. Il mio amore di andare per mare da solo non è mai cambiato, né il mio appetito per l’avventura.”

Sir Robin Knox-Johnston

 

Dopo la sua prima circumnavigazione, Sir Robin ha partecipato nel 1977/8 alla Whitbread Race; co-skipper su Enza New Zealand con il compianto Peter Blake per il Jules Verne Trophy nel 1994, tentativo di record per la circumnavigazione più veloce del mondo; inoltre ha completato in solitario la Velux 5 Oceans, giro del mondo anche questo, in quarta posizione nel 2006/7, all’età di 68 anni.

Sir Robin è stato nominato cavaliere nel 1995 ed è stato Yachtsman dell’anno del Regno Unito per quattro volte. Nel 1996 ha creato la Clipper Round the World Race, regata nata per offrire a persone comuni anche senza l’esperienza di regate d’altura, la possibilità di completare una circumnavigazione. Più di 4.000 persone sono state da allora introdotte a questa navigazione attraverso un evento unico, che è il più lungo attualmete con 40 mila miglia nautiche da affrontare.

Gian Filippo Pellicciotta