Tara-Tari: 9000 miglia dal Bangladesh alla Francia

Apprendiamo con felicità che Tara Tari è arrivata oggi in Francia dopo un viaggio di oltre 9000 miglia attraverso l’Oceano Indiano, il Mar Rosso e il Mediterraneo.Questa è una barca particolare di 9 metri per due, costruita completamente in juta e resina poliestere, con l’aggiunta di materiali di recupero, con derive mobili laterali. La barca è su un disegno classico delle barche da pesca tradizionali del Bangladesh.

Corentin de Chatelperron è un giovane navigatore solitario, ingegnere di 27 anni che ha deciso di compiere questa impresa per l’amore del mare e del paese da cui è partito il 13 febbraio (Savar) dove lavorava per una ONG. La barca è inaffondabile ed in grado di raddrizzarsi in caso di scuffia. Il costo dell’imbarcazione è di circa 350mila taka (poco più di 3500 euro). Corentin parla della costruzione della barca: “In Francia, quando avete bisogno di un albero, lo si compra direttamente.


In Bangladesh, è necessario recuperare le sezioni di tubi di alluminio che vengono dalla demolizione dei cantieri dei cargo di Chittagong. Per gli oblò, serbatoi d’acqua, timone, tutto deve essere su misura per ciò che si trova a livello locale. Ho solo importato, grazie agli sponsor, i raccordi (pulegge Harken, bitte), dispositivi di sicurezza e di navigazione…….Ho messo tutti i miei soldi nella costruzione della barca, ma sono anche alla ricerca di sponsor per contribuire a finanziare la mia avventura! tara-tari.blogspot.com

Gian Filippo Pellicciotta

Commenti chiusi